Acque preziose e dalle mille virtù

Protagoniste indiscusse del nostro centro termale sono le acque delle due sorgenti:

  • l’acqua denominata “Fontecchio” bicarbonato-alcalino-solfurea
  • l’acqua denominata “Cappuccini” carbonato-calcica-magnesiaca

Durante il percorso sotterraneo le acque a contatto con le rocce si mineralizzano acquistando le proprietà chimiche e chimico-fisiche che le rendono terapeuticamente attive.

Fontecchio

“Fontecchio”

La rinomata Fonte di acqua bicarbonato/alcalino/solfurea “Fontecchio”, raggiungibile seguendo il percorso all'interno del verde parco vicino al fiumiciattolo, consente di godere delle proprietà benefiche legate alle sue componenti. Rilevanti quelle relative alla presenza dello zolfo, sfruttato per l'azione straordinarimente rigenerante e vellutante a livello epidermico.

  • Composizione chimico-fisica
    • Colore Colore

      Limpida Limpida

    • Odore Odore

      Caratteristico Caratteristico

    • Sapore Sapore

      Insapore Insapore

    • Temperatura al prelievo Temperatura al prelievo

      16,3 °C

    • pH

      7,51 -log[H3O+]

    • Densita Densità

      1,15 °Bé

    • Durezza totale Durezza totale

      20,6 °F

    • Residuo fisso a 180°C Residuo Fisso a 180°C

      823 mg/l

    • Solfati Solfati

      11,2 mg/l

    • Cloruri Cloruri

      46,8 mg/l

    • Silice Silice

      16,7 mg/l

    • Sodio Sodio

      173,8 mg/l

    • Magnesio Magnesio

      22,45 mg/l

    • Calcio Calcio

      48,8 mg/l

Cappuccini

“Cappuccini”

La Fonte Termale di acqua carbonato/calcio/magnesiaca oligominerale “Cappuccini” , raggiungibile all’ingresso del parco, ha un’eccellente attività diuretica: ingerita entra rapidamente nel circolo sanguigno.

  • Composizione chimico-fisica
    • Colore

      Limpida

    • Odore

      Inodore Inodore

    • Sapore

      Insapore

    • Temperatura al prelievo

      16,2 °C

    • pH

      7,18 -log[H3O+]

    • Densita

      1,15 °Bé

    • Durezza totale

      36,8 °F

    • Residuo fisso a 180°C

      521 mg/l

    • Solfati

      47,2 mg/l

    • Cloruri

      12,9 mg/l

    • Silice

      10,9 mg/l

    • Sodio

      27,34 mg/l

    • Magnesio

      41,23 mg/l

    • Calcio

      99,2 mg/l

  • Il fiume
  • La Spa
  • La Spa

Grazie alle notevoli proprietà antinfiammatorie, depurative, digestive e di levigazione del derma, le acque delle terme di Fontecchio vengono impiegate in diverse modalità terapeutiche:

  • attraverso la balneoterapia, per immersione, nella cura di affezioni osteo-articolari, cutanee e vascolari
  • attraverso l'inalazione, nella cura di patologie respiratorie
  • attraverso la idropinoterapia utilizzando l'acqua termale come bibita, nel trattamento di alcune patologie gastroenteriche
  • attraverso la fangoterapia, nel trattamento delle malattie osteo-articolari
Le nostre Acque | Terme di Fontecchio

Indipendentemente dal mezzo di cura utilizzato l'acqua solfurea esercita un'azione generale antiflogistica, disintossicante e anticatarrale:

  • sulla pelle ha un'azione prosciugante cheratoplastica e cheratolitica, antiseborroica ed esfoliante.
  • sulle mucose dell'apparato respiratorio ha funzione anticatarrale ed antiflogistica, stimola il trofismo delle mucose ed ha un'azione fluidificante.
  • sull' apparato digerente ha funzione eccitante della secrezione gastrica, buona nelle gastriti e talvolta lassativa perché aumenta la motilità intestinale.
  • sull' apparato epatobiliare ha una funzione di attiva stimolazione della cellula epatica con un aumento del flusso biliare e modificazione della composizione della bile.
  • sull’apparato locomotore svolge un’azione complessa sulla salute della cartilagine articolare, in particolare ricordiamo l'effetto trofico nei confronti delle cartilagini e dei tessuti connettivi.
  • sui meccanismi di difesa stimola l'organismo a difendersi sia nei confronti degli stimoli infiammatori endogeni che dagli agenti proinfiammatori esogeni.

Si osserva infatti un aumento significativo della produzione anticorpale con significativo aumento delle IgA secretorie, delle igG e IgM circolanti.